Femminicidio, Senato dà via libera definitivo alla legge

L'aula del Senato durante una votazione
L'aula del Senato durante una votazione. REUTERS/Stefano Rellandini

ROMA (Reuters) - Il Senato ha approvato oggi in via definitiva le misure contro il femminicidio, arrivate all'aula di Palazzo Madama solo due giorni fa.

La legge è passata con 143 voti favorevoli e 3 contrari. Molti senatori non hanno Però partecipato al voto, per protestare contro il fatto che Montecitorio ha trasmesso il decreto legge da convertire a ridosso della scadenza dei tempi per l'approvazione.

Il vicepremier e ministro dell'Interno Angelino Alfano ha espresso "grande soddisfazione per il risultato raggiunto in Senato, che testimonia la buona volontà del Parlamento per la conversione immediata del decreto sul femminicidio in legge".

"Riteniamo di avere centrato i tre obiettivi: prevenire i reati, punire i colpevoli, proteggere le vittime", ha proseguito Alfano.

Il governo aveva varato lo scorso agosto il decreto legge contro la violenza di genere che inasprisce le pene, garantisce maggiore protezione alle vittime e mira a evitare che lo stalking sfoci in omicidio.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia