Pierluigi Battista

    Giornalista, scrittore

    Si laurea in lettere moderne nel 1978 all'Università La Sapienza di Roma, iniziando la sua attività giornalistica nei mensili Mondoperaio e Pagina, collaborando poi a L'Espresso. Nel 1985 viene assunto come redattore, nella sede romana della Laterza. Nel 1988 inizia a lavorare per il settimanale Epoca e per il mensile Storia Illustrata entrambi diretti da Alberto Statera. Due anni più tardi si trasferisce al quotidiano La Stampa di cui sarà responsabile della redazione romana ed editorialista. Nel 1996 accetta la proposta di Giuliano Ferrara ed è suo vice a Panorama. L'anno seguente Battista rientra a La Stampa come editorialista. Nel 2004 conduce il programma quotidiano di approfondimento su Rai 1 Batti e ribatti. Dal 2005 al marzo 2009 è vicedirettore del Corriere della Sera, con delega per le pagine culturali. Nell'aprile 2009 è tornato a Roma come inviato editorialista del quotidiano di via Solferino. Il 18 gennaio 2021 annuncia l'abbandono del Corriere della Sera dopo 16 anni e inizia a scrivere sull'edizione italiana di HuffPost con la rubrica quotidiana “Uscita di sicurezza”. Ha condotto tre edizioni della trasmissione televisiva di LA7 Altra storia. Tra i suoi libri “Cancellatr le tracce”, “La fine del giorno”, “Mio padre era fascista”, “IL senso di colpa del Dottor Zivago” e “Libri al rogo”.